Tempi notifica multe: aggiornamenti 2020

Tempi notifica multe: aggiornamenti 2020

A molti automobilisti è capitato di ricevere la notifica di una raccomandata con oggetto atto giudiziario e il più delle volte si trattava di una multa ricevuta per aver infranto il Codice della Strada, ovvero quell’insieme di norme definite per regolamentare la circolazione stradale. Andiamo a scoprire i tempi notifica multe: gli aggiornamenti al 2020 per sapere quando, se si sospetta di aver commesso un’infrazione, è possibile tirare un sospiro di sollievo.

Quali sono i termini di notifica di una multa?

  • Questa domanda trova risposta proprio nel Codice della Strada, in quanto la notifica della multa deve avvenire entro 90 giorni dall’accertamento nel caso il trasgressore sia residente in Italia, oppure entro 360 giorni per chi risiede all’estero. Sembrerebbe essere una formula molto chiara, tuttavia possono nascere degli equivoci sulla tempistica, è bene quindi precisare che i 90 giorni vengono conteggiati da quando viene commessa l’infrazione e non da quando viene stilato il verbale.
  • Le tempistiche indicate per la notifica di una sanzione amministrativa sono valide nel caso in cui non sia stato possibile contestare immediatamente l’infrazione. Ciò può accadere per diversi motivi, un esempio sono le sanzioni derivate dagli autovelox o dalle telecamere presenti nelle zone ZTL, ossia le zone a traffico limitato, ma non mancano i casi in cui c’è l'impossibilità di raggiungere il trasgressore a causa dell’alta velocità.
  • Un altro fattore da tenere in considerazione sono i tempi di consegna della sanzione: l’organo accertatore deve consegnare il verbale alle poste entro 90 giorni ma, nel caso in cui la raccomandata venga consegnata oltre i 90 giorni dall’infrazione, potrebbe non essere più valida.
  • Nel caso di notifica via PEC, o Posta Elettronica Certificata, si considera conclusa la notifica nel momento in cui viene generata la ricevuta di avvenuta consegna.
  • Se la notifica arriva dopo 90 giorni, il trasgressore può tirare un sospiro di sollievo, in quanto non è più tenuto a pagare la multa. Naturalmente il modo migliore per stare tranquilli è rispettare il Codice della Strada, in questo modo si evita di incorrere in sanzioni pecuniarie, spesso accompagnate dalla decurtazione dei punti della patente.

Stai cercando le migliori assicurazioni auto online sul mercato o le migliori assicurazioni moto? Prova gratuitamente il comparatore di Facile.it!